vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Gravere appartiene a: Regione Piemonte - Città metropolitana di Torino

Collegamenti ai social networks

Seguici su

Il costume tipico di Gravere

IL COSTUME MASCHILE
Discendente diretto da quello in voga nel XVIII secolo, ha, come copricapo, una specie di feluca ingentilita da fiori e nastrini di derivazione medievale. La giubba è di velluto blu, a falde, con un gilet dello stesso colore e, al collo, una fascia di seta colorata. I pantaloni di panno rigido sono lunghi fino al ginocchio, le calze bianche sorrette da nastri e le scarpe basse, simili a moderni mocassini, hanno frange di cuoio variopinto al posto delle classiche fibbie in metallo.

IL COSTUME FEMMINILE
E' caratterizzato dalla veste di panno scuro e grosse pieghe e dal grembiule di seta legato con ricchi nastri, eredità di una specie di bustino ancora in uso fino a pochi decenni fa. Il costume femminile ha molti punti di contatto con il costume francese-savoiardo: il fazzoletto, infatti, è incrociato sul petto, con lembi svolazzanti sulle spalle. La cuffia di piquè ha bordi larghi e spioventi e la croce che pende sulla "gorgiera" sostenuta da un nastrino derivante dai classici dorini cinquecenteschi. Le calze sono bianche e le scarpe nere.

Il costume femminile

è caratterizzato dalla veste di panno scuro a grosse pieghe e dal grembiule di seta legato con ricchi nastri, eredità di una specie di bustino ancora in uso fino a pochi decenni fa. Il costume femminile ha molti punti di contatto con il costume francese-savoiardo: il fazzoletto, infatti, è incrociato sul petto, con lembi svolazzanti sulle spalle. La cuffia di piqué ha bordi larghi e spioventi e la croce che pende sulla “gorgiera” sostenuta da un nastrino derivante dai classici dorini cinquecenteschi. Le calze sono bianche e le scarpe nere

Il costume maschile

discendente diretto da quello in voga nel XVIII secolo, ha, come copricapo, una specie di feluca ingentilita da fiori e nastrini di derivazione medievale. La
giubba è di velluto blu, a falde, con un gilet dello stesso colore e, al collo, una fascia di seta colorata. I pantaloni di panno rigido sono lunghi fino al ginocchio, le calze bianche sorrette da nastri e le scarpe basse, simili a moderni mocassini, hanno frange di cuoio variopinto al posto delle classiche fibbie in metallo.